[LETTERE L-10 2099] Resoconto Consiglio CdL in Lettere

Giorno Lunedì 3 Dicembre 2018, è stato convocato il Consiglio del CdL in Lettere presso l’Aula Magna dell’ex Facoltà di Lettere e Filosofia, per discutere, e concludere almeno per questo momento, l’argomento numero programmato a Lettere.

Il Coordinatore Massimo Privitera invita la Professoressa Luisa Amenta ad intervenire in merito alla questione sopracitata.

La Docente afferma che per l’A.A. 2019\2020 si può mantenere il Corso a numero aperto grazie ai docenti garanti e a delle modifiche apportate al Piano di Studi, sotto elencate:

1. I moduli di Linguistica Italiana, per entrambi i curriculum, sono stati smistati tra il primo e il secondo anno;

2. Al primo anno del curriculum moderno è stato ridotto a 6 cfu l’Insegnamento di Antropologia Culturale e inserito l’Insegnamento di Pedagogia, tenuto dal professore Maltese (gli studenti, quindi potranno scegliere una materia da 12 cfu o due materie da 6 crediti);

3. Al secondo anno sono stati spostati gli insegnamenti di tipologia f e l’idoneità linguistica;

4. Le Filologie sono state spostate al terzo anno;

5. Al terzo anno è stata inserita Filosofia del Linguaggio come nuova materia opzionale.

La modifica al Manifesto è stata utile per due motivialleggerire il carico di cfu del primo anno (da 60 si passa a 54 cfu in totale) al fine di consentire agli studenti il passaggio al secondo anno con meno difficoltà; evitare l’abbandono del corso per motivi legati, soprattutto, a preferenze di altri CdL (vedi Resoconto precedente).

Nonostante le modifiche apportate al Manifesto e la garanzia dei Docenti, il problema non è del tutto risolto per gli anni a venire. Proprio per questa precarietà di certezza, il Consiglio chiederà al rettorato una tutela del Corso. Questa tutela si traduce in: rafforzamento del corpo docente, ovvero una serie di assunzioni di professori, dimodoché sarà possibile sdoppiare le cattedre; individuare locali capaci di accogliere in nome delle norme di civiltà e sicurezza tutti gli studenti frequentanti; mettere un termine limite di iscrizione, e permettere solo eccezionalmente l’iscrizione dopo l’inizio delle lezioni.

I vostri Rappresentanti, 

Chiara Milazzo

Fabio Marino

Viviana Riccobono

 

 

Lascia un commento