[RESOCONTO CONSIGLIO CDL IN LETTERE 2099, L-10]

Giorno 21 novembre 2018 si è tenuta, presso l’Aula Consiglio dell’ex Facoltà di Lettere e Filosofia, la seduta del Consiglio del Cdl in Lettere, nel quale si è discusso sull’offerta formativa 2019/2020.

 

In particolare, il Coordinatore Massimo Privitera apre il dibattito sulla questione dell’esubero di iscrizioni avvenute nell’A.A. 2018/2019. Si tratta di 416 studenti che quest’anno hanno deciso di iscriversi a Lettere.

Questo, come sottilineato da il Coordinato e dai vari Docenti presenti alla seduta, è un dato “drogato”, poiché circa il 20% di queste matricole non continuerá il percorso di studi nel nostro CdL, ma riproverá, l’anno futuro, i test d’accesso per CdL a numero programmato.

I problemi che si pongono sono due:

1) mancanza di docenti in grado di sdoppiare gli insegnamenti;

2) mancaza di spazi che possano contenere questo numero di studenti.

Le soluzioni che sono emerse, dopo una lunga discussione, sono due:

La prima, avanzata dal Coordinatore, è quella di rendere il nostro corso a numero programmato, con una soglia massima di 300 posti;

La seconda, avanzata dalla Professoressa Ambra Carta, è quella di spostare gli insegnamenti che generalmente vengono convalidati in altri corsi di studio, ad anni successivi al primo.

Purtroppo, non avendo raggiunto una decisione univoca, si è messo a voto la decisone di mettere o no il numero programmato.

Il risultato è il seguente:

8 voti favorevoli al numero programmato;

5 astenuti;

4 voti contrari al numero programmato.

Nonostante la votazione, il discorso, poiché cosí delicato, verrá ripreso nelle sedute future.

I vostri Rappresentanti

Chiara Milazzo

Fabio Marino

Viviana Riccobono

Lascia un commento