[Modalità Esami di Lingua e Traduzione]

Si informano gli Studenti dei Corsi di Laurea in Lingue e Letterature-Studi Interculturali (L-11/L-12); Lingue e Letterature: Interculturalità e Didattica (LM-37/LM-39); Lingue Moderne e Traduzione per le Relazioni Internazionali (LM-38); Lingue e Letterature Moderne dell’Occidente e dell’Oriente (LM-36/LM-37) delle modalità di esame degli insegnamenti di LINGUA E TRADUZIONE.

L’esame di lingua, a partire dall’anno accademico corrente 2018/2019,  consterà di tre parti:

  • Un Test di Abilità Linguistica (TAL);
  • Un’eventuale prova di composizione scritta a discrezione dei CEL (Collaboratori ed Esperti Linguistici, Lettori);
  • E di un esame orale del Docente Frontale del CdS.

L’esame TAL, come previsto dal Quadro Comune Europeo di Riferimento (CEFR) per le lingue, sarà composto da una valutazione delle abilità lessico-grammaticali, per cui, esercizi di grammatica, di reading e di listening.
Gli studenti potranno accedere al TAL anche senza avere frequentato le esercitazioni attivate dal CLA (Centro Linguistico d’Ateneo). La frequenza di tali esercitazioni non è obbligatoria, anche se vivamente consigliata.
Per comprendere il livello da conseguire per poter accedere all’esame orale, tenuto dal docente frontale, occorre consultare le schede di trasparenza, scritte e pubblicate dal docente stesso.
All’inizio di ogni corso di lettorato, a discrezione del CEL, saranno tenuti dei placement test, al fine di consigliare allo studente il livello da seguire.
N.B. Questi può decidere di seguirne anche più di uno contemporaneamente, se necessario.
Le sessioni e gli appelli per accedere al TAL saranno successivamente pubblicati nel sito del CLA,  CLICCA QUI.
Le date del TAL rispetteranno i periodi di sessione di esami previsti dal calendario didattico di Ateneo. Al fine di agevolare gli studenti, il cui numero è elevato, saranno probabilmente ampliati i periodi delle varie sessioni per gli esami TAL.
Il voto conseguito con il TAL, espresso in centesimi, ma convertito in trentesimi, farà eventualmente media con il voto conseguito nella prova di composizione scritta, somministrata dal lettore. Qualora questi lo ritenga opportuno, potrà decidere di sottoporla agli studenti o meno, comunicandone poi la sua data di svolgimento.
La media risultante dalle prove scritte equivarrà al voto di partenza per sostenere l’esame orale con il docente frontale, i cui argomenti sono indicati nella scheda di trasparenza o discussi con il docente stesso durante il corso delle lezioni.

Tali direttive saranno eventualmente discusse in Consiglio di Corso di Studi per ulteriori chiarimenti rispettivamente alle modalità di esame adottate dai docenti frontali, i quali, dovendo gestire indipendentemente dai lettori la parte di esame di propria competenza, potrebbero fornire ulteriori indicazioni a riguardo.

I vostri rappresentanti e referenti:

Alessia Bonsignore

Simona Palmeri

Fabrizio Jacquin

Arianna Mineo

Gloria Orlando

Daniela Milioto

Lascia un commento