Resoconto Consiglio Corso di Studi 12/07/2018 Lingue e letterature Moderne – Studi Interculturali (L-11/L-12) e Lingue e letterature Moderne dell’Occidente e dell’Oriente (LM-36/LM-37)

Durante il consiglio del 12/07/2018 relativo ai Corsi di Studi triennale in Lingue e Letterature – Studi Interculturali e magistrale Lingue e Letterature moderne dell’Occidente e dell’Oriente, sono stati discussi i seguenti punti:

 

 

  • Elezione componente CPDS (Paritetica) magistrale Lingue e letterature Moderne dell’Occidente e dell’Oriente (LM-36/LM-37): viene eletta a votazione unanime la Prof.ssa Tononi per la Commissione Paritetica della magistrale LM-36/37

 

  • Richiesta visiting-professor: la richiesta da parte della Prof.ssa Tamburello viene approvata dal Consiglio di CdS. La docente sarà assente durante il primo semestre (Settembre – metà Gennaio).

 

  • Regolamento prova finale CdS triennale: si comunica che è stata resa nota la modalità di svolgimento della prova finale per il Cds Lingue e Letterature – Studi Interculturali, valida a partire dagli immatricolati dall’anno 2016/2017.

 

DETERMINAZIONI PER LO SVOLGIMENTO DELLA PROVA FINALE
ex DELIBERA S.A. n.10 del 17.04.2018
Art.1 Modalità di svolgimento della prova finale di laurea
1.1 Ai sensi del Regolamento Didattico di Ateneo, lo studente per il conseguimento della Laurea deve
sostenere una prova finale.
1.2 La prova finale ha l’obiettivo di accertare sia il livello conseguito dallo studente nell’acquisizione delle
conoscenze di base e caratterizzanti il corso di laurea e nella loro integrazione sia, qualora prevista
dall’ordinamento didattico, la specifica preparazione professionale. La prova finale consiste in una prova orale secondo modalità definite nel successivo articolo. Una decisione in merito viene lasciata ai
singoli Corsi di Laurea che, sentiti i Dipartimenti e le Scuole, possono optare per l’una o per l’altra
soluzione, secondo le modalità definite nel successivo art. 4 e congruentemente agli obiettivi formativi del
corso di studio. […]

1.4 Ai sensi del Regolamento Didattico di Ateneo, i singoli corsi di studio definiscono il calendario delle
prove finali, all’interno dei periodi stabiliti dal Calendario didattico di Ateneo, e stabiliscono almeno le tre
seguenti sessioni di Laurea con un solo appello per ciascuna di esse:
1) Estiva (giugno/luglio);
2) Autunnale (settembre/ottobre);
3) Straordinaria (febbraio/marzo).
1.5 Per essere ammesso alla prova finale lo studente deve avere acquisito, tutti i crediti formativi previsti
dall’ordinamento didattico del Corso di Studio con l’eccezione dei CFU assegnati dal CdS alla prova
finale, che vengono acquisiti all’atto della prova.

Art. 2 Modalità di accesso alla prova finale
Per la partecipazione alla prova finale lo studente deve presentare apposita domanda attraverso le
procedure informatiche vigenti e secondo le scadenze definite dal Calendario didattico di Ateneo.
Completata la procedura informatica, lo studente sarà iscritto d’ufficio alla prova finale.

Art. 3 Commissione Prova Finale
3.1 La commissione esaminatrice è nominata dal Coordinatore del Corso di studio interessato, ed è
composta da tre componenti effettivi nominati tra i docenti del Consiglio di corso di studio.
3.2 Qualora il numero di studenti iscritti all’appello di prova finale sia particolarmente elevato, il
Coordinatore può provvedere alla nomina di più commissioni per lo stesso appello.
3.3 II provvedimento di nomina della Commissione dovrà prevedere, oltre ai componenti effettivi, almeno
un componente supplente.Possibilità che il corso di studio indichi un docente tutor referente per gli argomenti pubblicati.

Art. 4 Caratteristiche della prova finale
4.1 La prova finale a scelta del CdS consiste:
1. In un colloquio. Il tema di discussione del colloquio è scelto dallo studente da una lista di
argomenti predisposta dal Corso di Studi con propria delibera e pubblicata a inizio A.A. sul sito
web del corso stesso. La scelta dell’argomento sarà contestuale alla presentazione della domanda di
laurea attraverso le procedure informatiche previste dall’ Art. 2.
4.2 Il voto della prova finale è espresso in trentesimi con eventuale lode e la verbalizzazione avviene con
le stesse modalità seguite per gli altri esami di profitto.

Art. 5 Conferimento del Titolo
Completate le verifiche amministrative da parte delle Segreterie studenti previste per il conferimento del
titolo, lo studente viene inserito negli elenchi per la proclamazione che avverrà nei giorni previsti dal
Calendario didattico. La proclamazione, che avverrà in seduta pubblica, consiste nel conferimento del
titolo e contestuale comunicazione del voto di laurea. Il titolo si consegue il giorno della proclamazione.

Art. 6 Determinazione del voto di laurea
Il punteggio finale del voto di laurea sarà calcolato nel modo seguente:
1. media dei voti in trentesimi conseguiti negli esami (compreso l’esame di Prova Finale) ponderata in
base ai CFU assegnati a ogni insegnamento.
a. Dovranno essere considerati anche i voti in trentesimi conseguiti in discipline eventualmente
inserite in esubero, rispetto a quelle previste dal piano di studi dello studente, nella forma di
“corsi liberi”.
b. Nel calcolo della media pesata viene escluso il voto più basso conseguito dallo studente nella
sua carriera. In caso di pari voto basso, sarà escluso il voto con il maggior numero di cfu;

2. La media ponderata dei voti in trentesimi viene poi espressa in centodecimi (dividendo per tre e moltiplicando per undici).

3. Alla media espressa in centodecimi verranno aggiunti:

a. Un punteggio massimo di 3 punti in funzione del numero delle lodi conseguite dallo studente e nella misura di 0.5 punti per ciascuna lode.

b. Un ulteriore punto al laureando che abbia maturato esperienze all’estero nell’ambito dei programmi di mobilità internazionale o nella veste di visiting student, a condizione che lo studente abbia conseguito nell’ambito dei suddetti programmi almeno 15 CFU, o abbia conseguito attestati e/o diplomi di frequenza presso istituzioni straniere riconosciute dalla Struttura didattica competente, o nell’ambito delle attività previste dal regolamento del tirocinio pratico applicativo della Struttura didattica competente.

c. Due ulteriori punti al laureando che abbia completato i suoi studi nella durata legale del corso di laurea (entro la sessione straordinaria del terzo anno di corso).

d. Un punteggio aggiuntivo dovuto al profitto negli studi:

6 punti se la media di partenza è >=28;

5 punti se la media di partenza è < 28 e >=27;

4 punti con media < 27 e >=26;

3 punti con media < 26 e >=24;

2 punti con media <24 e >=22;

0 punti con media <22

II voto finale, risultante dai conteggi, verrà arrotondato all’intero più vicino (ad es. 102,5 pari a 103 e
102,49 pari a 102).
La Commissione, potrà concedere la lode qualora lo studente riporti un punteggio uguale o superiore a
110 e abbia ottenuto nella carriera un numero minimo di lodi pari a :

Voto in centodecimi                          Numero minimo di lodi necessarie 

110                                                                                        3

111                                                                                         2

112                                                                                         1

>= 113                                                                                  0

 

Pratiche studenti ed Erasmus:

Le pratiche studenti sono state tutte approvate.

 

 

I vostri rappresentanti

Martina Mattei

Alessia Bonsignore

Sara Spera

Simona Palmeri

Arianna Mineo

Lascia un commento