[RESOCONTO] Consiglio di Corso di Studi in DAMS (L-3) 10/03/17

Ecco in punti, il resoconto del Consiglio di Corso di Laurea in VL11Discipline delle Arti della musica e dello spettacolo (classe L-3), svoltosi in data 10 Marzo 2017.

1 – PRESENTAZIONE DEI RAPPRESENTANTI DEGLI STUDENTI

Viene comunicato all’organo docenti il risultato delle elezioni dei Rappresentati degli studenti, tenutesi nello scorso mese. Vengono dunque presentati i quattro Rappresentanti: Gaia Lo Bosco, Dalila D’Agostino, Maria Grazia Pampinella, Claudia Puccio.

 

 

2 – COMUNICAZIONI DEL COORDINATORE

Il Coordinatore, prof. Salvatore Tedesco, ha proposto una pubblicizzazione delle attività del DAMS rivolte ai licei palermitani e fuori Palermo, con l’organizzazione di un Open Day che vedrebbe la partecipazione di docenti e studenti in data da stabilire. La proposta è accettata dal Consiglio.

3 – OFFERTA FORMATIVA a.a. 2017/18

  • Il Coordinatore Tedesco comunica che il piano studi subirà delle modifiche, in particolare la materia del primo anno “Miti teatro e cultura greca” verrà sostituita da una materia a scelta, ovvero un insegnamento della stessa classe come previsto dal documento ministeriale.
  • “Miti teatro e cultura latina” resterà nel piano di studi, benchè il prof. Picone (causa pensionamento anticipato) lasci la cattedra al nuovo docente, tale prof. Marino.
  • Il Coordinatore comunica al Consiglio una correzione per quanto riguarda la materia “Informatica Umanistica”, infatti per il curriculum Musica essa si dividerà in due moduli: “Informatica Musicale” e “Informatica per le Arti”.
  • La materia del secondo anno del curriculum Spettacolo, “Storia e critica del cinema”, sarà divisa in due moduli differenti : “Tecniche cinematografiche” e “ Storia del cinema”.

4 – ISTITUZIONE DELLA COMMISSIONE PARITETICA

Il Coordinatore, dopo aver spiegato il lavoro della Commissione Paritetica, chiede quindi che uno fra i rappresentanti degli studenti già eletti, si prenda l’incarico di seguire i lavori della commissione. La rappresentante Claudia Puccio si propone e il Consiglio approva la sua candidatura.

5 – ISTITUZIONE DELLA COMMISSIONE AQ

Il Coordinatore spiega il lavoro della Commissione, essa dovrà occuparsi di controllare e garantire la qualità degli insegnamenti proposti dal corso di laurea. Anche in questo caso, è necessaria la presenza di uno fra i rappresentanti degli studenti già eletti; si propone Maria Grazia Pampinella e il Consiglio approva.

6 – APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO PROVA FINALE DI LAUREA

  • Gli studenti chiedono maggiori delucidazioni circa l’articolo 4 che spiega le modalità del colloquio finale. Non è prevista l’elaborazione di un documento scritto (tesi), ma la prova sarà una prova orale, ossia un colloquio su un argomento che si potrà scegliere da una lista che sarà pubblicata sul sito dell’UNIPA dai docenti del corso di laurea, i quali propongono una bibliografia. Lo studente dopo aver scelto l’argomento, dovrà dunque rivolgersi al docente di riferimento per maggiori informazioni sui testi da consultare. Il colloquio sarà valutato da una commissione di tre docenti che si riunirà per stabilire il voto da proporre al candidato che verrà espresso in trentesimi. La proclamazione avverrà, dunque, in una seconda seduta dopo che la Commissione avrà deliberato.
  • Gli studenti chiedono maggiori delucidazioni circa l’articolo 6b che recita: “Nel calcolo della media pesata viene escluso il voto più basso conseguito dallo studente nella sua carriera”: a parità di votazione, la materia che verrà decurtata sarà quella con più CFU, in modo da agevolare lo studente e fare in modo che raggiunga un voto finale più alto.
  • Il Regolamento viene approvato dal Consiglio.

7 – SEGNALAZIONI DEGLI STUDENTI

  • Gli studenti fanno presente delle difficoltà riscontrate durante il primo semestre con l’insegnamento “Informatica”. Interviene la professoressa Seidita che sottolinea l’importanza di una conoscenza di base della suddetta materia, inoltre ricorda che obiettivo primario del Corso di Laurea è un’informatizzazione degli studenti che devono saper gestire non solo gli spazi “reali” ma anche gli spazi virtuali delle arti. La docente richiede dunque una maggiore partecipazione alle lezioni frontali per fornire degli strumenti in più per facilitare lo studio della materia.
  • Si discute dell’insegnamento “Letteratura italiana contemporanea” e si ritiene che sia fondamentale per la formazione dello studente, in quanto deve acquisire una conoscenza trasversale e globale dei contenuti e non dunque un sapere settoriale.
  • Il Coordinatore viene informato del fatto che sul calendario non è specificata l’aula in cui si svolgeranno le lezioni di “Laboratorio di disegno architettonico”. Il professore Tedesco si è reso disponibile a risolvere quanto prima questo piccolo disguido e comunica che il corso sarà tenuto da tre docenti che si alterneranno per un unico gruppo.

La Vostra Rappresentante

Gaia Lo Bosco

Lascia un commento