[Resoconto] Consiglio di Corso di studi 18/4/16 Lingue e Lett. Moderne & Mediaz. Ling. e Ling. e Lett. Moderne dell’Oriente e dell’Occidente

VivereLettereT
Ecco in punti, il Resoconto Del Consiglio Interclasse L11-L12 e LM37-LM36, tenutosi in data 18 Aprile 2016.

  • NUOVO METODO VERBALIZZAZIONE SEMINARI

A seguito di quanto appreso dalla Dott.ssa Tripoli, la verbalizzazione finale di laboratori e seminari non sarà più accettata tramite verbali e statini cartacei, infatti in attesa dell’ufficializzazione di una procedura informatica da parte della Segreteria Studenti, la verbalizzazione potrà essere effettuata in due modi:

  1. Lo studente che ha frequentato il seminario e ricevuto un attestato firmato dal docente referente potrà chiedere al Consiglio del proprio corso di laurea il riconoscimento di quest’ultimo.
  2. Il docente referente potrà inviare ai Coordinatori dei corsi di laurea interessati un elenco con gli studenti partecipanti al fine del riconoscimento dei crediti previsti.
  • CORSO ‘’INTRODUZIONE ALLA LINGUA E CULTURA ARABE’’ (LAUREA MAGISTRALE)

Si rende ufficiale che per il corso di laurea magistrale “Lingue e Letterature Moderne dell’Oriente e dell’Occidente” – Curriculum occidentale (LM37), l’insegnamento “Introduzione alla lingua e cultura arabe”, per l’a.a.2015/2016, sarà affidato al Prof. Sicari.

A seguito del completamento dei 60 CFU totali per il primo anno di magistrale si propone la scelta di una delle seguenti materie opzionali: “Introduzione alla lingua e cultura araba” e “Introduzione alla lingua e letteratura persiana” entrambe da 6 CFU.

  • APPROVAZIONE MANIFESTO DEGLI STUDI  2016/2017 – LAUREA TRIENNALE

E’ stato approvato, con voto favorevole dei docenti presenti e voto contrario dei rappresentanti, il nuovo Manifesto degli Studi 2016/2017 per il corso triennale interclasse L11-L12.  Riguarderà gli immatricolandi del triennio 2016-2019.

Le novità del nuovo Manifesto saranno le seguenti:

  1. Il corso di laurea sarà reintitolato “Lingue e Letterature – Studi Interculturali”, che manterrà comunque i due curricula, L11 (Lingue e Letterature moderne) e L12 (Mediazione Linguistica- Italiano come lingua seconda).
  2. Suddivisione dei CFU di Lingua e traduzione delle lingue che passano da 12+12 a 9+9+6.
  3. Rimozione delle materie “Didattica delle lingue Moderne” (1° anno) e “Didattica delle lingue Straniere”(3° anno). La motivazione fornitaci a riguardo è che l’erogazione di queste due materie è più utile alla magistrale, poiché dopo il triennio, si hanno sbocchi occupazionali, tra cui non può previgersi, per esempio, la classe di concorso per l’insegnamento, per i quali servono competenze maggiori, acquisibili alla magistrale.
  4. Mantenimento delle 3 storie (moderna, contemporanea e dei paesi islamici), ma che passeranno al primo e al secondo anno di corso (non piu primo e terzo).
  5. Inserimento al primo anno, come materia obbligatoria, di “Letterature Comparate”, in sostituzione di “Didattica delle lingue moderne”. Questo in seguito all’esigenza degli studenti di tale materia, presente solo nel curriculum L12.
  6. (Per il curriculum L12) Inserimento di una Letteratura di 2° livello di una lingua curriculare scelta nei primi due anni, in sostituzione di Didattica delle Lingue Straniere.
  7. Sdoppiamento dei corsi con numero troppo elevato di studenti, come per esempio, Lingua e traduzione Inglese I e II, Glottologia, Linguistica Italiana.
  • CRITICITA’ CORSI DI CINESE – MANIFESTO 2016/2017

Il corso di cinese presenta una serie di problemi, anche piuttosto gravi, da diversi anni a questa parte: mancanza di lettori che effettuino esercitazioni di lingua, come previste per tutte le altre lingue; numero insufficiente di docenti frontali che possano coprire tutti i corsi erogati di ogni anno dal Corso di Laurea e dei futuri Manifesti 2016/2017 – 2017/2018.

Al fine di garantire l’erogazione dei corsi di cinese nel prossimo Manifesto di Studi e di evitare di creare ulteriori disagi agli studenti immatricolandi, il Consiglio ha deliberato, con voto favorevole di tutti e con un astenuto, che si approvi ufficialmente il Manifesto di studi 2016/2017 per la Laurea triennale, ad esclusione dei corsi di lingua e letteratura cinese.

Si chiede inoltre al Dipartimento di Scienze Umanistiche e al Pro Rettore alla Didattica che, entro l’inizio dell’anno accademico prossimo, si trovi una soluzione, altrimenti si procederà alla “messa in pausa” dei corsi di cinese per i Manifesti degli studi 2016/2017 e 2017/2018.

  • APPROVAZIONE MANIFESTO DEGLI STUDI 2016/2017 – LAUREA MAGISTRALE

Riguarda  gli immatricolati iscrittisi alla triennale nell’a.a. 2016/2017, che si laureeranno nell’a.a. 2018/2019 e che potranno iscriversi alla magistrale nell’a.a. 2019/2020.

La novità per il corso di laurea magistrale “Lingue e Letterature Moderne dell’ Oriente e dell’Occidente” (LM36-LM37) sarà l’inserimento ufficiale, nel Curriculum Occidentale (LM37), delle materie opzionali “Introduzione alla cultura e letteratura arabe” (già erogato attualmente per l’a.a. 2015/2016) e “Introduzione alla lingua e letteratura persiana” appartenente al Curriculum Orientale (LM36).

  • SEMESTRALITA’ MATERIE a.a. 2016/2017

Sono state rivisitate e approvate le semestralità delle materie presenti nel Piano di studi erogato per l’a.a. 2016/2017.

I Rappresentanti degli studenti hanno fatto presente che la decisione della semestralità delle materie è cruciale per l’equilibrio fra i semestri e per evitare fin da ora le coincidenze d’orario dovute all’elevato numero di lezioni per semestre. Perciò, al fine di garantire appunto questo equilibrio fra i semestri, è stata avanzata la proposta di mettere i corsi di lingua inglese, araba, cinese e neogreca al primo semestre e i corsi di lingua spagnola, tedesca, francese e russa al secondo semestre. A ciò, si aggiunge il criterio di mettere le letterature al primo semestre e le lingue al secondo semestre (come già deliberato nell’a.a. precedente).

I Rappresentanti, su benestare del Coordinatore e del Consiglio, stanno cosi lavorando a riguardo, per verificare la fattibilità di questo calendario didattico provvisorio, tenendo in considerazione  molti criteri tra cui, per esempio, i sopraindicati e il numero di ore di lezioni non opzionali (come Linguistica Italiana,ecc.) sulle quali non deve sovrapporsi nulla.

Si sottolinea che questa proposta della semestralità delle lingue, per il Piano di studi erogato per l’a.a. 2016/2017, non è ufficiale, perché sarà soggetto a modifiche. Vi terremo aggiornati rispetto a questo punto.

I Vostri Rappresentanti,

Fabrizio Jacquin

Adriana D’Auria

Fabio Zuccaro

Giorgia Manno 

Narjes Naili

Lascia un commento