[Resoconto] Consiglio di Corso di Studi Lettere L-10 (2099) – 19/01/2016

Durante la seduta del Consiglio tenutasi in data 19/01/2016 si è discusso dei seguenti punti:

  • Aggiornamento numero matricolati.

E’ stato riscontrato un lieve aumento degli immatricolati, rispetto agli anni precedenti, contando dunque per curriculum: 48 studenti per Classico, 156 per Moderno, 27 per Musica e Spettacolo. Tuttavia non ritenuto positivo in quanto entrati per manifestazione d’interesse e non motivati nella scelta del corso.

  • Verbale di riesame ciclico (primo effettuatosi)

Il consiglio si prefigge la verifica, ogni tre anni, degli obiettivi formativi in relazione al mercato del lavoro e dell’offerta formativa. Propone una consultazione più frequente, una somministrazione di questionari periodici interni per la verifica dell’attribuzione dei CFU in relazione alle lezioni tenutesi, contenuto e messa in atto. Si propone inoltre un confronto a livello nazionale in merito al corso di lettere, dunque un attenersi a criteri standard di omogeneità, in base al confronto con gli altri Atenei italiani. Si crede sia anche opportuna la creazione di apposite commissioni per appurare gli effettivi riscontri dei laureati in lettere con il mondo del lavoro ed agevolarli.

  • Criticità emerse dalla Paritetica

La prof.ssa Bartolotta e il prof. Di Gesù, hanno messo in evidenza problematiche trattate in sede della Paritetica, ovvero, un necessario potenziamento della lingua Italiana scritta, della lingua straniera ( con un miglior delineamento delle modalità di verifica), un crollo delle immatricolazioni in Lauree Magistrali, forti lacune evidenziatesi durante i test di ingresso e non completamente assolte nei corsi OFA, infine un rapporto sempre più critico con il mondo del lavoro.

  • Modifiche Prova Finale

L’Ateneo, il 30/10/2015, ha decretato l’eliminazione dell’elaborato breve in alternativa ad un questionario a risposta chiusa. La domanda posta ad oggi al consiglio è la seguente: prova scritta o prova orale? E, soprattutto, quanti CFU attribuirle?

La formula proposta dall’Ateneo è: 180 CFU legati alla triennale più l’aggiunta dei CFU della prova finale. E’ stato evidenziato come il corso di studi L-10 in Lettere NON abbia ancora un regolamento di corso, si attende dunque la stesura di questo per una decisione definitiva.

La prova orale consta di un colloquio su argomento scelto da una lista pubblicata e revisionata da docenti ad inizio anno, provvisto di bibliografia allegata.

Ugualmente, la prova scritta, consta di un “tema” scelto da una lista pubblicata e revisionata da docenti ad inizio anno, provvisto di bibliografia allegata.

Entrambe le modalità vengono considerate al pari di un ESAME DI PROFITTO, dunque sono sostenute estemporaneamente, con valutazione in trentesimi e parimenti rischio di bocciatura. L’esito della prova, concorre nella media scolastica dello studente, alzandola o abbassandola di conseguenza. Il Consiglio in conclusione, si è orientato verso la Prova Scritta, di cui si deve ancora definire la modalità di svolgimento e di valutazione. Si è inoltre deciso, in merito ai CFU della suddetta prova, l’attribuzione di 6 CFU, formalmente, non escludendo una scissione interna (da 3 CFU) , a delibera dei prossimi consigli, per eventuali Laboratori di Scrittura o di supporto contenutistico, al fine di preparare al meglio gli studenti. Si ritiene comunque necessaria una rimodulazione generale della Didattica, creando infine un percorso più ampio per una migliore trattazione degli argomenti della Prova Finale Scritta.

 

La delibera verrà messa in atto dall’anno accademico 2016/2017.

I Vostri Rappresentanti

Lorenza Nucito

Simona Benenati

Alice Castagna